Ultimo aggiornamento:

Terrario - il vostro giardino in miniatura. Come fare un terrario?

Il terrario è una decorazione domestica sempre più popolare. Un progetto di questo tipo è molto facile da realizzare e si adatta ad ogni stile di arredamento. Le piante del terrario hanno un aspetto molto interessante in un contenitore di vetro. Affascineranno tutti coloro che visiteranno la vostra casa. Inoltre, sono piante perfette per le persone indaffarate che non hanno il tempo di ricordarsi di annaffiarle. Non passerete molto tempo a prendervi cura dei terrari, perché sono praticamente autosufficienti.
Terrario - il vostro giardino in miniatura. Come fare un terrario?

Cos’è un terrario? Una piccola foresta in un bicchiere

Le piante dovrebbero essere presenti in ogni famiglia. Vivere in città significa un contatto molto limitato con la natura. Per questo motivo, le piante per molti sono elementi di decorazione d’interni assolutamente necessari. Hanno un effetto calmante sul corpo umano. I terrari sono perfetti per questo scopo - un giardino in miniatura di questo tipo è un ecosistema chiuso che sembra un pezzo di una vera foresta. Osservare ciò che accade all’interno del vetro è un’attività molto rilassante.

Il terrario delle piante fu inventato per la prima volta in epoca vittoriana da un medico inglese, Nathaniel Bagshaw Ward. Il suo contenitore di vetro aveva una forma rettangolare ed era noto come contenitore Wardiano. Era progettato per trasportare le piante durante i lunghi viaggi all’estero.

Indipendentemente dalla forma del contenitore, tutti i terrari funzionano allo stesso modo. All’interno del contenitore sigillato si sviluppa un microclima. Questo mantiene vivi gli organismi all’interno. Poiché l’intera costruzione è a tenuta d’aria, il clima esterno non li influenza.

Come scegliere le piante da terrario giuste?

La realizzazione del proprio terrario non richiede competenze particolari. Tutto ciò di cui avete bisogno è la vostra creatività. Vale la pena di imparare alcuni consigli che vi aiuteranno a realizzare un terrario perfetto e di lunga durata. Una delle questioni più importanti nella preparazione di un giardino in bottiglia è la scelta delle piante giuste. Tenete presente che non tutte le specie vivranno insieme in armonia.

Preparare un terrario, avete due opzioni. Potete realizzare un terrario chiuso e sigillare il contenitore in modo che le piante prosperino nel loro clima. Si può anche fare una decorazione aperta che deve essere annaffiata di tanto in tanto. Il tipo di piante che sceglierete dipende da questa decisione.

How to pick the right terrarium plants?

I vasi chiusi possono contenere piante tropicali e quelle che amano l’umidità. Le piante a crescita lenta saranno la scelta migliore - non cambieranno molto il loro aspetto per molto tempo.

Le composizioni all’interno di terrari chiusi possono utilizzare specie come:

  • felce,
  • muschio,
  • giglio della pace,
  • pianta della gomma,
  • hedera (edera),
  • pilea,
  • glechoma (ground-ivy).

Tenete presente che in alcuni stati è illegale raccogliere muschio da una foresta. Se non siete sicuri di poter raccogliere muschio nel vostro paese, potrebbe essere un’idea migliore comprarlo da un fiorista. Potreste anche raccoglierlo nel vostro giardino, se ne siete proprietari.

Oltre alle piante, dovreste anche raccogliere alcuni elementi decorativi per il vostro terrario. Per un terrario chiuso è meglio usarlo:

  • rocce e ciottoli,
  • corteccia d’albero,
  • Coni,
  • piccoli rami.

Decoration elements

Se la vostra composizione sarà collocata in un contenitore aperto, dovreste scegliere piante come cactus e piante grasse. In questo caso avete libera scelta. Per un buon effetto visivo è bene abbinare le piante con forme e forme interessanti. Per esempio potreste scegliere echeverie che assomigliano a rose e pietre vive (lithops). L’unica restrizione per il vostro terrario è quella di non abbinare piante che vivono in ambienti diversi, per esempio felci con piante grasse.

How to make a terrarium?

Prima di iniziare ad allestire la composizione nel vostro terrario, dovreste raccogliere tutte le attrezzature necessarie. Oltre alle piante giuste avrete bisogno anche delle piante:

  • Un contenitore di vetro - il recipiente potrebbe essere di qualsiasi forma. Se le piante che avete raccolto come l’umidità, il contenitore ha bisogno di un coperchio ermetico. Le dimensioni del contenitore devono corrispondere alla scala delle piante. Vale la pena scegliere un vaso più grande per il vostro terrario, in modo che le piante abbiano un po’ di spazio per crescere. Potete scegliere qualsiasi contenitore che sia fatto di vetro - un grande vaso da muratore, bottiglie a collo largo, o anche vecchie lampadine a incandescenza (ricordatevi di rimuovere il filamento dall’interno).

Glass container

  • Terriccio - è possibile utilizzare terriccio per tutti gli usi, ma ogni altro tipo è sufficiente. Assicuratevi che sia privo di malattie e funghi. Se il vostro terrario conterrà delle succulente, probabilmente dovreste usare del terriccio fatto apposta per loro.
  • Carbone attivo - potete acquistarlo in farmacia o in un negozio di animali. Il carbone attivo regola il livello di umidità in un contenitore chiuso. Inoltre impedirà alle piante di marcire. Potete saltare questa parte in caso di contenitore aperto.
  • Ghiaia o sabbia - il terrario ha bisogno di uno strato di drenaggio. materiali come sabbia o ghiaia raccolgono l’eccesso di acqua e proteggono le radici dall’inzuppamento. A questo scopo si può usare anche il keramsite.

Gravel or sand

Fare un terrario

Se avete preparato tutti gli elementi necessari, potete iniziare a realizzare il vostro progetto di terrario fai da te. È bene proteggere il proprio spazio di lavoro con vecchi giornali. In questo modo si riduce al minimo la pulizia dopo il lavoro.

  1. Lavare i contenitori e sterilizzarli con acqua calda. Il bicchiere deve essere perfettamente asciutto. Se non si è sicuri che il materiale di drenaggio e il terreno siano puliti, si può essiccare in forno. Ucciderà qualsiasi fungo o batterio.
  2. Posizionare il primo strato - il drenaggio - sul fondo del contenitore. Lo strato di ghiaia o sabbia dovrebbe essere di pochi centimetri di spessore - da 2 a 5 cm.
  3. Il secondo strato è il carbone attivo. Saltare questo passaggio in caso di una decorazione aperta.
  4. Mettete il terreno nel contenitore. Dovrebbe avere da 5 a 10 cm. Si può lisciare la superficie con le mani. Fate attenzione a non macchiare le pareti di vetro, perché è difficile pulirle una volta che le piante sono all’interno.
  5. Scavate diversi fori nel terreno e metteteci le piante. Coprite le radici con la terra e premete con le mani o con un cucchiaio. Se state piantando un cactus, usate guanti spessi per evitare il rischio di ferirsi con spighe affilate.
  6. Posizionate le decorazioni - coni, ciottoli, corteccia d’albero e muschio. Non mettete pietre pesanti sul muschio, perché potrebbe farlo marcire.
  7. L’ultima fase è l’irrigazione del terrario. È meglio usare una pipetta e versare circa 10-15 millilitri di acqua. Poi chiudere bene il contenitore (se il terrario è chiuso).

Making a terrarium

Come piantare un terrario?

Il terrario deve essere collocato in un luogo luminoso, ma non soleggiato. Dopo qualche giorno si dovrebbe notare l’acqua sulle pareti del terrario chiuso. Se il processo di evaporazione è troppo intenso, potete aprire il contenitore per qualche ora e poi richiuderlo. D’altra parte, se non noterete acqua sulle pareti entro 2 settimane, versate circa 2 mililitri di acqua nel terreno. Potete ripetere questa operazione fino a quando l’acqua inizia ad evaporare notevolmente.

Se avete fatto tutto correttamente, il microclima dovrebbe funzionare correttamente e il vostro terrario non ha bisogno di particolari attenzioni. Solo le composizioni aperte devono essere annaffiate regolarmente. Se notate che nel vostro terrario chiuso il livello di umidità è sceso notevolmente, basta versare 2-5 ml di acqua. Dovrebbe bastare per almeno un anno. I primi segni che indicano che è troppo secca nel contenitore sono le foglie gialle delle piante.

Le vostre piante del terrario potrebbero anche essere attaccate da parassiti. Spesso vengono trasportate con terra o muschio.

Se avete notato degli insetti, usate l’insetticida appropriato. Il problema dovrebbe essere risolto dopo diversi giorni di trattamento.

Il terrario è una bella decorazione. Non richiede molti sforzi per essere curato - è autosufficiente. Un grande vantaggio è il fatto che è molto facile da realizzare. Se non si ha il tempo o la motivazione per prepararlo, lo si può acquistare in un negozio di fiori. Una composizione così attraente e insolita vale sicuramente la pena di averla.

Terrario - FAQ

📍 Come fare le piante da terrario?

La realizzazione di un terrario richiede solo un vaso di vetro, qualche pianta e un po' di terra. Il terrario contiene diversi strati - drenaggio, terriccio, piante e decorazioni. Nelle grandi città si organizzano corsi speciali di bricolage, dove si può imparare a realizzare tali decorazioni.

📍 Come prendersi cura di un terrario?

Il terrario dovrebbe essere autosufficiente, con alcune eccezioni. Le piante da terrario aperte devono essere annaffiate regolarmente. Il terrario chiuso non dovrebbe essere aperto.

📍 Come fare un terrario in bottiglia?

Iniziate a mettere il terreno nel terrario della bottiglia e poi usate bastoncini lunghi e sottili (ad es. bacchette) per mettere le piante all'interno. Potreste comprimere il muschio per spremere attraverso il collo di bottiglia.

📍 Come coltivare il muschio in un terrario?

La chiave per far crescere il muschio in un terrario è ricreare le sue condizioni naturali. Controllate quali sono i livelli di umidità migliori per il muschio che possedete. Innaffiatelo regolarmente se il muschio viene messo in un terrario aperto.